Lega contro tirocini pagati ai profughi: ‘Tolgono lavoro a italiani’

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“I tirocini sono uno strumento importante per la promozione dell’occupazione giovanile, e vien da sé che sia fondamentale arriva a una legge capace di disciplinare lo strumento in modo da stopparne le possibilità di abuso da parte delle aziende. Ma proprio perché che i tirocini sono fondamentali per la promozione dell’occupazione giovanile, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro, ritengo che debbano essere riservati a i nostri giovani e non più aperti a quei “sedicenti” profughi che, come dimostrano le statistiche, nel 90% dei casi non ottengono tale status”.

Questa la rezione del consigliere regionale della Lega, Matteo Rancan,relatore di minoranza del Progetto di legge di iniziativa della Giunta recante “Disposizioni in materia di tirocini.

“I tirocini sono strumenti fondamentali per promuovere l’occupazione dei nostri giovani, pertanto ritengo “inqualificabile” la volontà di estendere questi percorsi di avvio al lavoro a persone che, nel 90% dei casi, non otterranno lo status di profugo in quanto non in possesso dei requisiti, pertanto voteremo contro a questo progetto di legge”, ha sottolineato il consigliere leghista.




Lascia un commento