Record per imprese immigrati: tutti lavoratori in nero

Condividi!

Le fiamme gialle di Frattamaggiore hanno passato al setaccio le imprese manufatturiere di Casandrino, scoprendo in due attività commerciali incentrate sul confezionamento in serie di abbigliamento e gestite da due cittadini di origine bengalese, 32 e 7 lavoratori impiegati in nero.

VERIFICA LA NOTIZIA

È stata avanzata la richiesta di sospensione dell’attività in virtù del superamento della soglia del 20% dei lavoratori in nero mentre, per ciascun dipendente non regolarmente assunto, è stata elevata una maxisanzione.

E’ stata ‘avanzata’. In realtà questi sono tutti così. Andrebbero chiusi su base etnica. Immaginate quando tutti questi ‘lavoratori in nero’ andranno in pensione e non avranno pagato un euro di contributi: saranno gli italiani a pagare le loro pensioni, non il contrario.




Lascia un commento