Orban apre le porte ai venezuelani di origine ungherese: e noi?

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
L’Ungheria di Orban ha annunciato di volere rendere la propria nazione un “rifugio per i perseguitati dal regime comunista di Maduro”.

L’idea è fare ritornare i “venezuelani di origini magiare”.

Le autorità di Budapest hanno infatti comunicato l’istituzione di un “permesso speciale di soggiorno” nel Paese est-europeo, rivolto a tutti i cittadini della Repubblica Bolivariana che attesteranno “ascendenze ungheresi”.

Il governo Orbán vuole perseguire un “duplice scopo”, annuncia il portavoce, l’arrivo nella nazione danubiana di tanti “martiri del comunismo” e “riconsegnare alla madrepatria” migliaia di esponenti della “diaspora” magiara.

Ecco. Per l’Italia ci vuole una legge del ritorno sul modello israeliano. La più grande ricchezza italiana sono i milioni di italiani emigrati all’estero: i loro nipoti. Perché, invece di dare permessi di soggiorno agli africani, non li garantiamo solo ai discendenti di italiani?

Perché non iniziamo a farlo dal prossimo decreto flussi?

Salvini dice sì a 30mila immigrati: “Solo da chi accetta i rimpatri”




Lascia un commento