Macron vuole bandire i dissidenti da internet, la stretta liberticida

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Il regime globalista è in crisi, sente il terreno mancargli sotto i piedi. E la cosa che più lo terrorizza è la libertà che internet permette ai cittadini di connettersi tra loro, contestare le politiche sull’immigrazione, apprendere della sostituzione etnica in corso.

Ecco che allora, l’obiettivo è la censura: perché il cittadino non deve sapere.

Così, in Francia, il presidente Emmanuel Macron ha lanciato l’idea che i condannati per “crimini di incitamento all’odio” – reato d’opinione – possano essere banditi dalle reti di social media in modo permanente.




Lascia un commento