Pentito minacciato da mafia nigeriana dopo accuse a Oseghale

Condividi!

Il collaboratore di giustizia Vincenzo Marino ha paura e vuole ritrattare.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo confida la moglie scrivendo al quotidiano La Verità: «Ci hanno minacciato, abbiamo paura». Già, perché tra le rivelazioni rese note da Marino, per due settimane compagno di cella dell’imputato nigeriano nel carcere di Ascoli Piceno, e il voler ritrattare delle ultime ore, è intercorsa, a quanto riferito dalla consorte del collaboratore di giustizia, la decisione dello Stato di far venire meno il regime di protezione.

Solo ieri:

Pamela, il pentito: “Oseghale è boss mafia nigeriana, mi confessò omicidio”

I pentiti di ‘ndrangheta sono più unici che rari, e ora è terrorizzata dalla mafia nigeriana.




Lascia un commento