Diciotti, i 16 denuncianti nati lo stesso giorno per risultare minori

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
La denuncia di 41 clandestini della Diciotti contro il governo italiano, con la richiesta di un risarcimento di 113mila euro, è la sintesi dell’idiozia della sinistra moderna:

Nella denuncia a nome dei 41 immigrati, il bizzarro studio legale anonimo comunica come ultimo domicilio presunto dei propri assistiti la tendopoli abusiva dell’ong illegale Baobab, poi sgomberata: definendola ‘insediamento informale’. Una pagliacciata.

Sarebbe ora che ci propone richieste risarcimenti ‘temerarie’ sia poi costretto a pagare i danni. Perché altrimenti è troppo facile denunciare a casaccio, quando non ci sono conseguenze.

Da notare, come nel caso della Sea Watch, che sedici dei 41 clandestini risultano nati il primo gennaio 2002. Tutti! Così da risultare di diciassette anni e ottenere tutti i benefit.

Insomma: domicilio presunto – in una tendopoli dopo essere fuggiti e ora non rintracciabili – ed età presunta.




5 pensieri su “Diciotti, i 16 denuncianti nati lo stesso giorno per risultare minori”

  1. Che belle cancellature….sembrano quelle della cia nei buffi documenti ”scottanti” sugli alieni….

    ….invece di rendere pubblica la faccia da culo di certi animali,alfine di segnalarli a tutti noialtri, li coprono pure….come da copione…

    ….balordi e ovviamente complici.

  2. direi che i sedici presunti minori, nati tutti il 1/1/2002, per costituirsi come parte lesa in tribunale dovrebbero esibire il loro certificato di nascita originale (e stiamo certi che se glielo chiedono si ritirano). In secondo luogo gli avvocati che si prendono in carico questa pratica dovrebbero essere radiati

Lascia un commento