Diciotti: clandestini irriconoscenti andavano lasciati affondare

Condividi!

41 clandestini della Diciotti, irreperibili e con domicilio eletto in una tendopoli abusiva poi sgomberata, pretendono dall’Italia 113mila euro: perché sono stati salvati e tenuti ‘ostaggio’ sulla nave militare.

Dove hanno mangiato, bevuto e sono stati curati a spese nostre.

Diciotti, i 16 denuncianti nati lo stesso giorno per risultare minori

Ricordiamo che la nave militare italiana si mosse perché il barcone dove erano i 41 clandestini – insieme ad altri – stava affondando e Malta lo aveva spinto in acque di competenza italiane.

Quindi: li abbiamo salvati, curati, nutriti e sollazzati. E questi ci chiedono il risarcimento perché, dopo avere pagato migliaia di dollari per stare giorni su un cazzo di barcone e raggiungere l’Italia, sono rimasti su una nave militare un paio di notti. Andavano lasciati affondare.




Un pensiero su “Diciotti: clandestini irriconoscenti andavano lasciati affondare”

Lascia un commento