Porti chiusi, crollano gli sbarchi in Italia: lo ammette anche la UE

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Crolla il numero di ingressi illegali in Italia attraverso la rotta del Mediterraneo centrale nel 2018. Lo conferma Frontex nel suo rapporto “Analisi del Rischio per il 2019”. Secondo l’agenzia, il numero degli arrivi l’anno scorso è stato pari a 23.485 unità contro i 118.962 del 2017, oltre 95 mila in meno.

A livello di Unione Europea, il numero maggiore di ingressi illegali è stato registrato in Spagna con 57.034 clandestini attraverso la rotta del Mediterraneo occidentale nel 2018 contro i 23.063 del 2017.

In aumento – secondo i dati Frontex – anche gli ingressi in Grecia via la rotta del Mediterraneo orientale con 56.561 migranti nel 2018 cono i 42.319 del 2017.

In Italia le tre principali nazionalità di immigrati entrati illegalmente via mare sono tunisini (5.182), eritrei (3.529) e sudanesi (2.037).

Complessivamente, in tutta la UE gli ingressi illegali via mare e via terra sono stati 150.114 nel 2018, in calo rispetto ai 204.750 del 2017.

Calo dovuto esclusivamente alla chiusura dei porti italiani, senza l’Italia, i dati sarebbero in rialzo.

E il crollo degli sbarchi prosegue in modo ancora più clamoroso in questo inizio di 2019:




Lascia un commento