Adotta un profugo di 22 anni, proteste vicini? “Colpa Salvini”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Quella nella foto che ‘accusa’ Salvini di essere il responsabile della reazione del quartiere alla sua bizzarra adozione di un sedicente profugo africano arrivato col barcone, è la protagonista della vicenda delle ‘scritte razziste’:

La signora Pozzi adotta un profugo di 22 anni, ancora scritte ‘razziste’

Sempre che le scritte non se le siano fatte lei e il marito ‘educatore’, il che è una eventualità, soprattutto alla luce delle deliranti parole di oggi: “Quello che sta accadendo in tanti casi oggi in Italia è amplificato anche da politici come Salvini”, ha detto Angela Bedoni in Pozzi, nuova ‘mamma’ del 22enne Bakary.

“Questo episodio – dice parlando delle presunte scritte – è il primo del genere nella vita di mio figlio, ma forse perché clima di oggi non è il clima che si respirava tre anni fa. Il problema è che l’immigrazione non è un problema”, ha aggiunto. ‘Suo’ figlio, uno che è sbarcato l’altro giorno.

“Bisogna non chiudere i porti, ma costruire ponti. Spero che a livello politico nazionale arrivi una condanna su quello che è successo a noi”, ha aggiunto la mamma di Bakary. “Il decreto sicurezza – osserva – oggi mette in difficoltà molte persone. Ed è anche una questione di cultura. È importante capire cosa e’ successo in Italia prima del ’45 e oggi”.

No, il problema è che bisogna riaprire i manicomi.

Questi non hanno capito che Salvini è il semplice esecutore della volontà popolare. E la loro ultima chance di cavarsela senza spargimento di sangue. E lo diciamo con grande dispiacere e preoccupazione, ovviamente. Poi la gente agirà in altro modo. Lasciate lavorare Salvini, o sarà peggio per voi.

Alcuni credono che Salvini sia una sorta di ‘anacronismo’: no, è solo la punta dell’iceberg.




2 pensieri su “Adotta un profugo di 22 anni, proteste vicini? “Colpa Salvini””

Lascia un commento