Toghe rosse contro Salvini: a processo per Vilipendio dei magistrati!

Condividi!

E’ l’ultima polpetta avvelenate di Spataro, il magistrato rosso, prima di andare in pensione.

VERIFICA LA NOTIZIA

La procura di Torino, quella che sta dando illegalmente lavoro ad un gruppo di finti profughi, ai quali fa maneggiare fascicoli giudiziari, ha chiesto e ottenuto dal tribunale l’individuazione di una data per celebrare l’eventuale processo a Matteo Salvini per lo psicoreato di vilipendio all’ordine giudiziario.

L’iniziativa dei pm è solitamente il preludio di una citazione diretta a giudizio. La causa, qualora approdasse in tribunale, comincerà prima dell’estate.

Solo nei totalitarismi esistono reati come il ‘vilipendio’. Che settori della magistratura siano da anni impegnati in un tentativo di sovvertire la sovranità popolare è evidente. E dire che quella parte di magistratura fa schifo, non è vilipendio.

E anche se lo fosse, in democrazia si deve poterlo dire.




Lascia un commento