Recita “Mare Nostrum” in scuola media: alunni costretti a fingersi profughi

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“Non è solo un semplice spettacolo teatrale, ma un vero e proprio momento di riflessione su una delle tematiche più calde del nostro tempo”, queste le parole di Cinzia Della Libera, insegnante di educazione fisica e ideatrice del delirante spettacolo “Mare nostrum”, organizzato alla scuola media Pascoli di Villazzano e Povo per mercoledì 20 febbraio alle 18.30.

No, non è una riflessione, è propaganda con soldi pubblici.

Il progetto, messo in campo dalla scuola media Pascoli di Villazzano-Povo, ha come principale obiettivo quello di condizionare i giovanissimi imponendo una visione positiva dell’ immigrazione.




Lascia un commento