Genova, immigrata droga figlia e la fa stuprare da patrigno pakistano

Condividi!

Ha drogato e fatto ubriacare la figlia 17enne e poi l’ha data in pasto al suo nuovo compagno pakistano. Che da tradizione di origine, l’ha ripetutamente stuprata.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ accaduto a Genova, dove una donna sudamericana di 38 anni e un cittadino pakistano di 39 ora accusati di violenza sessuale di gruppo.

Impossibile su molti giornali recuperare le nazionalità dei due pervertiti, accuratamente nascosta.

La ragazzina ha raccontato ai magistrati di essere stata ad una festa in compagnia della madre e del patrigno: l’hanno fatta bere e le hanno somministrato benzodiazepine (la droga dello stupro), la cui presenza è stata poi riscontrata nelle analisi del sangue della giovane.

Poi, una volta tramortita, è stata violentata dall’immigrato davanti agli occhi della madre.

La donna ha altri due figli che sono stati allontanati da casa con un provvedimento d’urgenza del tribunale dei minori e affidati ai servizi sociali.

Questo importiamo con i ricongiungimenti familiari: sudamericane che fanno stuprare le figlie da pakistani. E’ la società multietnica.




Lascia un commento