Profughi spacciano droga ai minori: niente carcere, solo obbligo di firma

Condividi!

Erano già stati arrestati a ottobre 2018 i due giovani profughi nigeriani finiti in carcere alcuni giorni fa per spaccio a Darfo Boario Terme.

VERIFICA LA NOTIZIA

I due, che hanno 21 e 27 anni e che hanno presentato la domanda di asilo (bastava presentarla per passare da clandestino a richiedente asilo) erano stati oggetto di numerose segnalazioni perchè avvistati a spacciare stupefacenti in alcuni giardini della zona (anche a minorenni). I carabinieri di Darfo li hanno colti in flagranza di reato.

Durante la perquisizione i due spacciatori custodivano nelle tasche una quindicina di grammi di hashish e marjuana. Prima di esser perquisiti, però, i due avevano cercato di fuggire e di opporre resistenza ai militari.

In seguito all’identificazione i due nigeriani sono stati arrestati per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio di droga e resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Il giudice ha convalidato l’arresto ma li ha liberati: per loro è scattato solo l’obbligo di firma.




Lascia un commento