Macron difendete brigatisti rossi: “Salvini non può venire a prenderli”

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Sul tema degli ex brigatisti rifugiati
in Francia “non c’è alcun motivo di op-
porsi a una eventuale estradizione”,ma
la questione compete ai magistrati che
valutano “caso per caso”. Lo ha detto
la ministra francese agli Affari Euro-
pei Loiseau, intervistata da Le Monde.

Il tema “viene trattato da Giustizia a
Giustizia.Non spetta a un ministro del-
l’Interno (Salvini ndr) sia esso vice-
premier,di venire a prendere i brigati-
sti in Francia e non spetta al suo omo-
logo francese consegnarglieli”,spiega.

La Repubblica francese ha protetto per decenni dei terroristi, dei brutali assassini. E quella pertica abusiva al Colle ha accolto l’ambasciatore di ritorno come fosse una star, accettando l’invito a Parigi di Macron, altro abusivo.

Ieri aveva parlato del tema anche il ministro dell’Interno. “Sono contento che è tornato in Italia l’ambasciatore francese, siamo contenti, ma ora aspettiamo i 15 terroristi rossi che devono finire di mangiare caviale e champagne sotto la Tour Eiffel” aveva infatti detto Matteo Salvini, parlando da Ozieri (Sassari).

La questione dei terroristi protetti dalla Francia è politica. Uno Stato serio taglierebbe tutte le relazioni con chi ritiene che dei fottuti terroristi non sarebbero sicuri nel proprio Paese.

Gilet gialli, fateci un favore: prendete l’Eliseo.




Lascia un commento