Salvini chiude i porti a Bergoglio: “Lui pensa ad anime, io a italiani poveri”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Salvini, ospite alla trasmissione “Non è l’Arena” su La7 in collegamento da Castelsardo, in Sardegna, chiude i porti in faccia a Bergoglio, dopo la sceneggiata dell’attuale ‘Papa’ con la spilletta:

E lo fa in modo elegante: “Chi sono io per commentare i suoi gesti? – ha risposto il ministro dell’Interno al conduttore – Lo dice lo stesso catechismo che accogliere è un dovere nei limiti del possibile. Il Papa fa bene a parlare alle anime, io da ministro devo occuparmi dei cinque milioni di italiani poveri, i porti io li apro a chi ha il permesso per arrivare in Italia”.

Ma Salvini non si è fermato lì. Dopo quelle dichiarazioni, il leader della Lega ha tirato fuori dalla tasca un Rosario che gli ha regalato questa mattina una signora di La Maddalena, l’ha baciato e poi ha detto: “Io sono il primo dei peccatori ma sono convinto di agire nell’interesse dei bambini africani che devono crescere lì senza essere costretti ad attraversare il deserto e nell’interesse dei bambini italiani”.

Soprattutto nell’interesse dei bambini italiani.

Ps. Ma la vedete la faccia di quel prete? Cosa vi dice?




Lascia un commento