Porta moglie e figli qui, ora esige casa da italiani

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Abdelbassat Karouache di 39 anni, in Italia dal 2001, nel 2016 ha ricongiunto tutta la famiglia: moglie e 2 figli. Pochi mesi dopo, ha scoperto di non riuscire a pagare l’affitto di 388 euro al mese, oltre alle utenze, perché, dice, “lavoro come operaio metalmeccanico soltanto per 8 mesi all’anno e i soldi non bastavano più”.

Così, ora, ha deciso di portare tutti davanti alla chiesa e aspettare una casa. Ovviamente a a spese degli italiani.

Accade a Mestre.

Furbo. Porta la famiglia in Italia così poi si becca la casa popolare con la scusa dei ‘bambini’.

E’ sempre più evidente quali sono i costi sociali dell’immigrazione. Come è possibile che chi lavora solo 8 mesi l’anno e non è in grado di mantenere la famiglia possa portarla in Italia con i ricongiungimenti familiari?

Non è tempo di abrogare questa stupida legge che ci sta rendendo minoranza nelle nostre città, e che ‘loro’ utilizzano per parassitare il nostro stato sociale?

L’immigrazione deve essere solo per lavoro. Stop.

Non riesci a mantenerti in Italia e non sei italiano? Significa che non ci puoi stare, torni a casa. Ma, soprattutto, non fai venire moglie e figli! E stupidi noi che glielo lasciamo fare.




Un pensiero su “Porta moglie e figli qui, ora esige casa da italiani”

Lascia un commento