Facebook censura la destra e lascia che l’ANPI schedi i dissidenti

Condividi!

Interessanti inchieste sulla censura di Facebook:

Inchiesta/Da Orwell alla Boldrini, così Facebook censura la destra

Inchiesta/Quando facebook cade nel ridicolo nel nome della censura

E’ ovvio che Facebook identifica gli identificativi del computer, oltre, ovviamente, agli IP che identificano la ‘linea telefonica’.

Il problema è la totale inazione degli Stati. Quello italiano compreso. La stessa esistenza di un sistema di censura sui social è lesivo delle libertà personali garantite, ad esempio, dalla Costituzione italiana.

Siamo al paradosso che non violando alcuna legge italiana, si può essere esclusi da un sito internet che fa affari in Italia. E badate bene: facebook non è una mera società privata, è un monopolista di fatto, questi significa che la cancellazione di un profilo è equivalente ad una censura di Stato.

In Italia nessuno può cacciarti da un bar se indossi una maglietta con scritto ‘negro’, perché sarebbe un atto illegale, ma ti possono cacciare da facebook. E’ tempo di intervenire con una legislazione specifica che imponga a facebook, se vuole operare in Italia, di rispettare le leggi italiane. Cosa che, ad oggi, non fa.




Lascia un commento