Sequestrata e stuprata da marocchini: San Valentino di orrore a Genova

Condividi!

Violentata da immigrati e massacrata la notte di San Valentino nel quartiere popolare del Cep di Genova.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sono stati arrestati tre marocchini di 25, 25 e 30 anni e un uomo di 50 anni, con cittadinanza italiana.

La donna è stata trovata in casa di uno dei quattro dopo una telefonata al numero di emergenza di un vicino.

E’ stata violentata dal gruppo dopo essere stata sequestrata e picchiata. Per non farla scappare, i migranti le hanno legato polsi e caviglie con scotch da pacchi. La donna è però riuscita a citofonare a un vicino nel cuore della notte, l’uomo l’ha trovata terrorizzata e con il volto tumefatto ed ha avvertito la polizia.

In casa i poliziotti hanno trovato i bastoni usati per picchiarla. “Questo – hanno detto i dirigenti della Mobile e delle Voltanti Calì e Bucci – è un esempio di lavoro di squadra e di senso civico di chi non si gira dall’altra parte e collabora”.

Beh, è anche un esempio di società multietnica, dove si sequestrano le donne e le si massacra per violentarle.




Un pensiero su “Sequestrata e stuprata da marocchini: San Valentino di orrore a Genova”

Lascia un commento