PD assegna 130 case gratis ai migranti in Puglia

Condividi!

La Giunta regionale pugliese ha confermato la realizzazione di foresterie in favore dei lavoratori immigrati nelle seguenti aree di proprietà pubblica: in agro di San Severo, presso l’azienda regionale “Fortore”, da realizzarsi, prevedendo 100 moduli abitativi da 4 posti dotata di arredi da 2 moduli ufficio con arredi, 1 modulo infermeria, 16 moduli da 6 W.C. e docce, 1 modulo bagno per disabili, 1 tendostruttura per mensa, 1 modulo cucina e 20 tavoli e panche; in agro di Nardò presso la masseria “Boncuri” già realizzato, con 80 moduli abitativi da 4 posti provvista di arredi, 2 moduli ufficio con arredi, 1 modulo infermeria, 16 moduli da 6 W.C. e docce, 1 modulo bagno per disabili, 1 tendostruttura per mensa, 1 modulo cucina e 20 tavoli e panche, oltre 3 moduli abitativi originariamente previsti per la realizzazione della foresteria in località Tonnoniro ad Apricena; in agro di Turi, presso area adiacente l’impianto sportivo “Oronzo Pugliese”, già realizzato, con 34 moduli abitativi, n. 3 moduli servizi igienici, n. 3 moduli servizi doccia e n. 1 modulo ufficio, quota parte della fornitura prevista per la realizzazione della foresteria di Apricena, località Tonnoniro.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ridicolo. La collettività deve pagare gli alloggi mentre privati li sfruttano invece di meccanizzare o dare lavoro ai locali. Si pubblicizzano le perdine e privatizzano i ricavi.

La Giunta ha inoltre confermato di voler realizzare in agro di Lesina – località “Coppa Sentinella” – e Poggio Imperiale, località “Conservificio”, ulteriori foresterie, prevedendo, su ciascuna area di proprietà regionale, la presenza di 15 moduli abitativi oltre 2 moduli bagni e 2 moduli docce, quota parte della fornitura prevista per la realizzazione della foresteria di Apricena, località Tonnoniro.

Del resto, Emiliano è lui:

Pd: “Immigrati scuri ci servono a raccogliere pomodori” – VIDEO




Lascia un commento