Sana, assolti 11 parenti pakistani, Salvini: “E’ giustizia islamica”

Condividi!

Un tribunale pachistano ha assolto “per mancanza di prove certe” il padre, lo zio e il fratello di Sana Chema, la 25enne pachistana residente in Italia portata via da con l’inganno da Brescia lo scorso anno per costringerla a nozze combinate nel
Paese d’origine della famiglia e uccisa perché le aveva rifiutate. Undici persone, tutte familiari, erano accusate.

VERIFICA LA NOTIZIA

I familiari avevano inizialmente detto che Sana era morta per cause naturali, ma l’autopsia rivelò che era stata strangolata.

Perché facciamo entrare i maschi pakistani in Italia, addirittura come profughi in hotel?

Sana, famiglia di nuovi italiani le ha spezzato il collo

Ora però basta chiacchiere: arrivano tutti con i ricongiungimenti familiari, quando abroghiamo questa legge criminale che ci sta riempiendo di criminali?




Lascia un commento