Salvini diserta incontro con Bergoglio: deve vedere pastori sardi

Condividi!

E’ il tribuno del popolo: vengono prima i pastori sardi dei cardinali. Questa sera a Villa Borromeo l’ambasciata italiana presso la Santa Sede, per il ricevimento nell’anniversario dei Patti Lateranensi, c’erano tutti, mancava solo Salvini. Una scelta politica ben precisa.

A incontrare monsignor Parolin, segretario di Stato di Papa Francesco, il Sostituto venezuelano Pena Parra, il segretario della Cei, Russo, il cardinale Bassetti e il ministro degli Esteri, Gallagher vari esponenti del governo, dal premier Giuseppe Conte al sottosegretario leghista Giancarlo Giorgetti. Non Salvini.

Dal Viminale ribadiscono: questione di parola data. “Deve incontrare i pastori sardi, come aveva promesso nell’incontro di martedì con la Coldiretti”.

Inutile dire che “il tema dei migranti è stato tra i più discussi, soprattutto dal punto di vista dell’integrazione” ha spiegato Parolin: “Abbiamo insistito molto perché ci sia una visione di integrazione, sapendo quanti altri problemi ci sono”.

Affamiamo la bestia. Via la truffa dell’8 per mille. Sia rispettata la scelta e tolto il silenzio assenso che regala al Vaticano metà di una somma che non dovrebbe prendere: 500 milioni di euro.




Un pensiero su “Salvini diserta incontro con Bergoglio: deve vedere pastori sardi”

Lascia un commento