Luca Traini, giudici respingono arresti domiciliari

Condividi!

Il legale di Luca Traini, Giancarlo Giulianelli, aveva richiesto gli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico.

La Corte d’assise ha però rigettato la richiesta e quindi il 29enne rimane in carcere. Una decisione che non va giù all’avvocato Giulianelli che ripresenterà l’istanza per ottenere gli arresti domiciliari per il suo assistito e impugnerà in appello la sentenza di condanna.

I giudici hanno respinto la richiesta per motivi formali e sostanziali. C’è un difetto di notifica alle parti offese ed è stata confermata la pericolosità del giovane.

In carcere dovrebbero finire i veri responsabili di quanto accaduto a Macerata: coloro che erano al governo in questi anni.




Lascia un commento