Corsi di cucito per le profughe coi soldi dell’8 per mille

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
E’ iniziato ieri pomeriggio, martedì 12 febbraio, al Centro di formazione professionale (Cfp) Opera Monte Grappa di Fonte (Treviso) il corso per donne immigrate finanziato con i soldi dell’8 per mille dal vescovo mons. Gianfranco Agostino Gardin.

Quattordici le partecipanti che tratteranno i temi cucito, cucina e igiene per un totale di 100 ore di corso fino al 13 giugno.

Al termine delle lezioni dovranno svolgere altre 100 ore di stage presso aziende o comunità.

Per gli uomini ci sarà un corso di saldatura e un corso per operatore elettrico civile che inizierà prossimamente.

Le donne sono richiedenti asilo del Centro di accoglienza straordinaria di Fonte e provengono da Nigeria, Sierra Leone, Guinea, Marocco, Egitto e Pakistan.

L’iniziativa nasce sulla scia del progetto “Liberi di partire Liberi di restare” finanziato dalla Conferenza Episcopale Italiana con i soldi dell’8 per mille.




Vox

3 pensieri su “Corsi di cucito per le profughe coi soldi dell’8 per mille”

  1. L’integrazione, colpisce ancora,,,,,,,

    c’è chi smembra……e chi ricuce pezzettini….

    Ottimo…anche io avevo sentito da bimbo, di una macchina in cui infilando qualche prosciutto in un apposito imbuto, dall’altra parte, ne usciva un maiale perfettamente in forma grugnente e scattante, che correva subito a rotolarsi nel primo mucchio di letame nelle vicinanza…

Lascia un commento