Spacciatore arrestato 2 volte in pochi giorni: ​evita il carcere

Condividi!

Soliera (Modena), l’ennesimo pusher africano, arrestato due volte in pochi giorni, è comunque riuscito ad evitare il carcere. Grazie alle leggi ‘svuotacarceri’ del PD, che sarebbe anche ora di abrogare.

VERIFICA LA NOTIZIA

Si tratta di un 38enne tunisino, regolare sul territorio nazionale e sposato, perché gli spacciatori ‘lavorano’, che è stato colto in flagranza di reato: arrestato una prima volta, finendo a processo dinanzi al tribunale di Modena, aveva beccato una condanna a 8 mesi di carcere, oltre al pagamento di un’ammenda pari a 1000 euro. Robetta. Infatti, a causa della sospensione della pena prevista per le condanne inferiori ai due anni, come da legge PD, il magrebino era potuto tornare subito a piede libero.

Così, poche ore dopo, aveva ripreso a spacciare: nello stesso posto. Arrestato di nuovo venerdì scorso, lo spacciatore è stato nuovamente portato davanti al giudice nel corso del processo per direttissima: il nordafricano è stato condannato ma, anche stavolta, subito rimesso in libertà, con la sola misura cautelare dell’obbligo di firma.

Abrogate le norme votate dai farabutti.




Un pensiero su “Spacciatore arrestato 2 volte in pochi giorni: ​evita il carcere”

Lascia un commento