Sorpresa, la profuga somala eletta dai dem è antisemita

Condividi!

I partiti di sinistra covano l’illusione di poter mettere insieme uno schieramento che vada dal liberal ebreo di Manhattan all’islamica antisemita arrivata come ‘profugo’, non funziona. Come ogni gruppo multietnico, collassa su se stesso. Per questo la demografia sarà destino, ma in senso contrario a quello che pensano i sinistardi.

Il presidente della Camera Usa Pelosi e
altri membri dem criticano il deputato
del loro partito, Ilham Omar, una delle
prime due donne musulmane elette al
Congresso americano, per aver usato in
un tweet su Israele frasi “antisemite”.

Del resto non è una novità:

Usa, eletta la musulmana anti-semita: “Israele diabolico”

“Le accuse pregiudiziali sui sostenito-
ri di Israele è offensivo”,dicono. Omar
“si scusi immediatamente”. L’ex rifu-
giata somala, 37enne, aveva detto che il
sostegno repubblicano a Israele è ali-
mentato da una campagna di donazioni di
gruppi pro Israele. Omar ha così evoca-
to ‘il potere dei soldi ebrei’.

Il partito repubblicano non deve fare altro di accettare il proprio destino: diventare il partito dei bianchi. In questo modo sarà il partito di governo per decenni. E questo dovrebbe insegnare qualcosa anche alle sinistre europee, che pensano stupidamente di potere cooptare i loro ‘Mahmood’ come fossero numeri. Non funzionerà.

Presto le primarie di questi partiti saranno più simili alle mattanze etniche del Congo che a celebrazioni della democrazia occidentale.




2 pensieri su “Sorpresa, la profuga somala eletta dai dem è antisemita”

Lascia un commento