Salvini risponde ai burocrati UE: “preparate le valigie”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“Vergognoso!”. Matteo Salvini risponde agli insulti del leader dell’Alde, nonché dipendente di Soros, Guy Verhofstadt, che davanti all’Europarlamento ha definito il premier Giuseppe Conte “burattino” del leader leghista e di Di Maio.

“Preparate gli scatoloni, il 26 maggio i cittadini finalmente manderanno a casa questa gente”.

Il politico globalista con cittadinanza belga ha detto che l’Italia “è diventata il fanalino di coda dell’Europa” e che il suo governo si comporta in modo “odioso” nei confronti degli altri Stati membri. Non è stato l’unico leader europeo presente a criticare pesantemente l’operato dell’esecutivo italiano. Anche il leader dei socialisti, Udo Bullmann, non ci è andato troppo per il sottile rinfacciando a “questa Italia”, quella dove governano la Lega e il Movimento 5 Stelle, di “non essere l’Italia che amiamo”. “Il vostro governo – ha intimato – deve smettere di mostrarci questo viso inumano”.

Non è l’Italia che amate. Perché non è l’Italia che subisce. Non è l’Italia che spalanca cosce e porti davanti all’invasione afroislamica: quella non era l’Italia, era il governo abusivo del PD.

I burattini di Soros contro l’Italia a difesa delle Ong




Lascia un commento