Ora i Rom processano Salvini: “Razzismo è reato”

Condividi!

Ora anche i rom trascinano Matteo Salvini a processo. Il vicepremier della Lega finisce sotto l’accusa degli zingari per la giusta politica su sgomberi, zingari e immigrati: “Il razzismo è un reato”, dicono. Dimenticando che rubare e parassitare è reato.

VERIFICA LA NOTIZIA
Il “tribunale” posticcio che processerà Salvini in Piazza Esquilino, mercoledì 20 febbraio dalle 16 alle 19, è l’associazione Rom, Sinti e Caminanti,

La manifestazione degli “Indivisibli” arriva dopo l’assemblea del 10 febbraio, che ha portato alla luce intensi “attacchi ai diritti civili di Rom ed immigrati, messi in atto da Questure e Prefetture”.

“Per protestare contro queste azioni che calpestano i diritti e la dignità delle persone, l’Associazione Nazione Rom, sostenuta dagli Indivisibili, organizza una manifestazione (autorizzata dalla Questura) a Roma, in Piazza dell’Esquilino, mercoledì 20 febbraio 2019, alle ore 16.00 – si legge in una nota – per chiedere: l’immediata liberazione di Gordana Sulejmanovic, il ritiro dell’espulsione di Madalina Gavrilescu, il ritiro del disegno di legge in materia di sicurezza ed immigrazione, la chiusura dei Cie, l’apertura dei porti, la sospensione degli sgomberi, accoglienza per tutti”.

“È uno dei fondatori del Governo Lega-Movimento 5 Stelle, occupando la posizione di Ministro dell’Interno, dopo aver condotto una vergognosa campagna elettorale di stampo apertamente razzista contro Rom, Sinti, Caminanti ed Immigrati – accusa l’associazione – Adesso Matteo Salvini va processato pubblicamente anche nelle piazze. Il razzismo è una vergogna della storia italiana da sconfiggere definitivamente e da cui dobbiamo e possiamo liberarci”.

Voi siete la vergogna, e non della storia italiana, a cui non appartenete. E’ di voi che dobbiamo liberarci.




Un pensiero su “Ora i Rom processano Salvini: “Razzismo è reato””

  1. Da che pulpito viene la predica.
    Salvini calpesta i diritti e la dignità delle persone.
    Persone che rubano,mendicano,non lavorano e che vivono di espedienti,tutti contrari ad una convivenza civile,accampano diritti.
    Sono stati sempre stati stra-aiutati dalle amministrazioni:mi sapete dire quale è stato il risultato?

Lascia un commento