Il piano di Orban contro la sostituzione etnica: donne con 4 figli non pagheranno tasse per tutta la vita

Condividi!

Il primo ministro ungherese ha annunciato una serie di misure per aumentare il tasso di natalità in calo e ridurre l’immigrazione.

VERIFICA LA NOTIZIA

Viktor Orban ha annunciato nel suo discorso annuale sullo Stato della nazione di domenica un “Piano d’azione per la protezione della famiglia” in sette punti per promuovere il matrimonio e la famiglia.

Le misure annunciate includono esenzioni dall’imposta sul reddito per le donne che allevano almeno quattro figli, per il resto della loro vita e sussidi per le famiglie numerose che vogliono acquistare auto più grandi. Il “Piano d’azione” ha anche esteso un programma di prestiti per aiutare le famiglie con almeno due figli ad acquistare una casa. Qualsiasi donna sotto i 40 anni avrà diritto a un prestito preferenziale al suo primo matrimonio.

Il governo ha anche detto che spenderà di più nel sistema sanitario ungherese e creerà 21.000 posti in asili nido. Inoltre, i nonni potranno beneficiare dell’assistenza all’infanzia se si prendono cura dei bambini piccoli invece dei loro genitori, ha detto Orban.

“Ci sono sempre meno bambini nati in Europa. Per l’Occidente, la risposta (a questa sfida) è l’immigrazione. Per ogni bambino scomparso, dovremmo portarne uno e poi i numeri sarebbero ok” , ha detto Orban, secondo la Reuters. “Ma non abbiamo bisogno di buoni numeri. Abbiamo bisogno di bambini ungheresi”, ha detto, annunciando il programma di incentivi.

Fantastico. Purtroppo, in Europa occidentale è tardi: ne profitterebbero gli invasori. Da noi serve un piano del genere ma mirato ai soli italiani. Cosa complicata fino a che facciamo parte della Ue e non riformiamo magistratura (la nostra giuria d’onore) e Costituzione. Una costituzione obsoleta, pensata per un mondo diverso, non uno in cui siamo in via d’estinzione.




Lascia un commento