Macerata, sindaco PD espone bandiera francese

Condividi!

E’ già tanto che non abbia issato quella della Nigeria!

Il sindaco PD di Macerata si conferma uno dei peggiori politicanti anti-italiani. Dopo avere rifiutato la commemorazione pubblica per Pamela, ecco che issa la bandiera francese: nel giorno della visita del suo segretario, Ovo Martina.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il sindaco Romano Carancini espone le bandiere di Francia e Italia alle finestre del municipio di Macerata. «È la risposta – spiega il Comune -, all’invito del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha richiamato la politica a difendere e preservare l’amicizia con la Francia e ristabilire immediatamente un clima di fiducia tra Paesi amici e alleati». I fatti riguardano la decisione del governo francese di ritirare il proprio ambasciatore in Italia dopo le polemiche sul coinvolgimento del vicepremier con i gilet gialli e sui controlli alle frontiere. «Un gesto piccolo ma simbolico – spiega Carancini -. È importante difendere e consolidare il rapporto di condivisione e di amicizia che lega le nostre due nazioni e tutti i paesi dell’Europa. Siamo storici alleati, le donne e gli uomini dei nostri paesi hanno combattuto insieme per la libertà dal nazifascismo e, sempre insieme, hanno costruito il progetto di un’Europa che superasse i confini e gli individualismi e che potesse garantire, nel segno dell’unità, un futuro di sviluppo, di prosperità e di pace. Il nostro pensiero corre immediatamente agli amici della città francese Issy-les-Moulineaux con i quali, grazie a un prezioso gemellaggio che dura da quasi 40 anni, abbiamo costruito, con orgoglio e convinzione, un piccolo esempio di quello che dovrebbe essere un cammino di amicizia e di partecipazione».

Questo sarebbe stato il primo a mettere la svastica sul Comune durante l’occupazione nazista. Sono fatti così.




Lascia un commento