Immigrato spacca la testa ad agente, PD dà la colpa a Salvini

Condividi!

Un agente di polizia di 28 anni è stato aggredito e ferito gravemente da un nordafricano nel corso di un’operazione antidroga a Viareggio durante la serata di ieri:

Africano massacra poliziotto, gli spacca la testa a bottigliate

Secondo le ultime notizie sarebbe cosciente e non più in pericolo di vita. Sono in corso le indagini per risalire all’aggressore magrebino.

Il consigliere del Pd Stefano Baccelli dà la colpa a Matteo Salvini: “Quanto accaduto questa notte a Viareggio è un fatto grave che desta sicuramente allarme. Il governo nazionale non può però pensare di lasciare soli gli enti locali e le strutture territoriali delle Forze dell’Ordine, senza fornire il necessario supporto a chi tutti i giorni è impegnato nei nostri piccoli e grandi centri, con carenza di organico e spesso in situazioni complicate”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“I consiglieri comunali della Lega a Viareggio invece di fare inutili polemiche dovrebbero piuttosto rivolgersi al loro leader politico e attuale ministro degli Interni, ormai in carica da otto mesi, al quale bisognerebbe ricordare che ora i proclami non bastano più, è il momento dei fatti. Salvini, sostenere le nostre forze dell’ordine non vuol dire farsi vedere un giorno sì e l’altro pure in divisa. Basta sciacquarsi la bocca sulla sicurezza, meno selfie e più risorse, perché i cittadini si aspettano risposte concrete e non più slogan”.

Ma pensa. In nemmeno 8 mesi, Salvini dovrebbe risolvere i disastri fatti da 7 anni di governi PD, con quasi 1 milione di clandestini rovesciati sulle nostre città.

Non hanno vergogna.




Un pensiero su “Immigrato spacca la testa ad agente, PD dà la colpa a Salvini”

Lascia un commento