Militari fedeli ad Allah si sono infiltrati negli eserciti europei

Condividi!

Quando vi fanno vedere corazzieri colorati o alpini mediorientali, abbiate paura. Perché significa che si stanno infiltrando anche tra le nostre forze armate.

Come già si sono infiltrati in quelle tedesche, inglesi, belghe e francesi.

Il motivo è semplice: sono cittadini, non puoi impedire loro di arruolarsi.

In Francia, come in altri settori (ad esempio gli aeroporti!), infatti, anche la polizia, la gendarmerie e l’esercito sono oggetto di infiltrazione islamica nei loro ranghi. Dall’accesso a file riservati fino alla formazione militare, per gruppi terroristici come Al Qaeda e l’Isis la Difesa non può che essere un’area di reclutamento strategica.

Immaginate la possibilità di avere un qualche centinaio di soldati in sonno che sono, in realtà, uomini di ISIS: niente di più semplice, in un Paese dove ormai essere francese non è un fatto di sangue.

Secondo un rapporto del DSPAP (Direzione sicurezza dell’agglomerato parigino) citato da Bfmtv, tra il 2012 e il 2015 sono stati 17 i casi, individuati, di radicalizzazione nella polizia: ovvero di potenziali terroristi islamici individuati.

In particolare si è trattato di giovani entrati a fare parte della polizia all’inizio degli anni 2000. Sempre secondo la nota, il fenomeno avrebbe risentito di un’impennata a partire dalla fine del 2014, poco dopo la nascita dello Stato islamico.

Solo nel 2016, invece, una relazione della Commissione Difesa dell’Assemblea nazionale parla di 50 casi di radicalizzazione tra le file dell’esercito francese. La nota suggeriva quindi una crescente vigilanza nel reclutare soldati: ma come puoi vigilare, se non puoi discriminare?

VERIFICA LA NOTIZIA
Nel 2017, per esempio, un ex soldato di Evreux è stato bloccato perché sospettato di aver progettato un attacco. Nel dicembre scorso, invece, un gendarme è stato arrestato a Parigi perché stava trasportando illegalmente dell’esplosivo. Oltre a questi “lupi solitari”, si stima che circa 10 soldati francesi siano partiti per la jihad in Siria.

Senza contare il caso del soldato francese che voleva fare esplodere la cattedrale di Barcellona.

Secondo un articolo di Bfmtv, in tutti i dipartimenti governativi – Difesa, Interni e Giustizia – sono stati identificati nel 2017 un totale di 100 casi di radicalizzazione.

Secondo l’intelligence francese, ci sono oltre 2.000 giovani ‘francesi’ che hanno giurato fedeltà a ISIS. Un piccolo esercito. E questi sono quelli pronti a fare stragi e che sono stati in qualche modo individuati.

E’ l’effetto dello Ius Soli. Ma è solo la punta dell’iceberg.

E:

GERMANIA: ALMENO 400 ESTREMISTI INFILTRATI NELL’ESERCITO

Come si affronta questo problema? Abrogando i ricongiungimenti familiari e tornando allo ius sanguinis. Il resto, come il blocco degli sbarchi, sono palliativi.




3 pensieri su “Militari fedeli ad Allah si sono infiltrati negli eserciti europei”

Lascia un commento