Arrestati 4 sciacalli Rom, razziavano case vuote per esondazione

Condividi!

Due ‘sciacalli’, i soliti zingari, sono stati arrestati dai carabinieri impegnati nei controlli anti-sciacallaggio dopo la piena del fiume Reno, che ha costretto allo sgombero di diverse abitazioni della bassa bolognese.

VERIFICA LA NOTIZIA

Dal cortile di una casa ad Argelato, che il proprietario pensionato è stato costretto a lasciare dopo l’esondazione, è stata rubata una lavatrice: l’elettrodomestico è stato scoperto dai militari nel cassone di un autocarro, a bordo del quale viaggiava la solita coppia di romeni, insieme a una stufa elettrica, a una valigetta per attrezzi vuota e a strumenti da scasso.

Poi definiscono ‘razzista’ chi li chiama parassiti.

Tra gli oggetti sequestrati, anche una lancia artigianale con la punta di pietra per rompere i vetri delle auto. L’uomo e la donna a bordo del mezzo, 35 e 29 anni, sono pregiudicati residenti in provincia di Rovigo. Denunciati altri due finti addetti del gas, probabilmente loro complici.




Lascia un commento