Liam Neeson: “Volevo uccidere il Nero che ha violentato una mia amica”

Condividi!

L’attore Liam Neeson ha confessato in un’intervista di aver voluto uccidere il nero che aveva violentato una sua cara amica.

“Sono andato in giro per una settimana con una mazza sperando di trovare quel bastardo nero” rivela Liam Neeson.

“E’ come se fossi stato spinto da un sentimento primitivo”, racconta, “era una mia cara amica ed è stata violentata da un nero. Le chiesi se conosceva il suo aggressore ma disse solo che era di colore. Sono andato in giro con una mazza sperando di poterlo trovare.”

VERIFICA LA NOTIZIA

E poi: “dopo qualche giorno sono andato oltre. È stato orribile quando penso a quello che ho fatto. Ma da quello che è successo ho imparato una lezione. Ho vissuto in un paese, l’Irlanda del Nord, scosso da guerre civili quasi tutti i giorni. Ho conosciuto ragazzini che sono morti per fame e capisco quel senso di vendetta. Ma la vendetta porta a un’altra vendetta e tutto quello che sta accendo nel mondo è la riprova. Comprendo solo l’istinto primitivo e niente altro” conclude.

Che poi è ciò che ha permesso all’uomo di sopravvivere all’evoluzione. E che oggi manca a troppi di noi.




2 pensieri su “Liam Neeson: “Volevo uccidere il Nero che ha violentato una mia amica””

Lascia un commento