Anagrafe Palermo contro Orlando: tutti ‘malati’ per non registrare clandestini

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Anagrafe di Palermo in rivolta contro Orlando Cascio. I primi documenti di iscrizione anagrafica presentati da richiedenti asilo sono finiti dritti sul tavolo del sindaco. Si tratta di quattro persone, tre uomini del Bangladesh e una donna libica. Per l’Anagrafe sono irricevibili.

Il “no” alle quattro pratiche risale al 28 gennaio. Intanto, l’ufficio Anagrafe di viale Lazio è alle prese con le assenze degli impiegati. Una vera e propria rivolta.

Lunedì scorso, primo giorno di appuntamenti per gli stranieri, i dipendenti in malattia erano 5 su 6. “Oggi il numero è inalterato” spiega il capo area Maurizio Pedicone: “Avevo spostato quattro unità da altri settori: anche questi si sono ammalati. Chi ha preso una storta, chi si è sentito male in ufficio, chi ha l’influenza. Ho mandato i medici fiscali come impone la legge ma i dipendenti sono stati trovati nelle loro case. Ho spostato due persone da altri uffici per l’esame delle pratiche”.

Fantastici. Siamo con voi.

Sul sito del Comune, inoltre, viene reso noto che dal 4 all’8 febbraio presso l’ufficio Anagrafe di viale Lazio sarà temporaneamente sospeso il servizio di accettazione delle istanze di cambi di domicilio per i cittadini stranieri allo sportello.

Orlando, hai provocato, stai perdendo.




Lascia un commento