Agrigento: 3,5 milioni di euro per mantenere i figli degli immigrati

Condividi!

Oltre tre milioni e cinquecentomila euro per garantire il funzionamento di 5 strutture per l’accoglienza di immigrati, presunti minori non accompagnati.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il Comune di Agrigento ha disposto la quantificazione delle risorse: 2 milioni e 300mila euro dal Governo, 1.200.000 euro la Regione.

In Italia ci sono milioni di bambini sotto la soglia della povertà. In Sicilia parliamo di quasi il 50% dei bambini! E grazie alla famigerata Legge Zampa del PD, e alla complicità di coop e funzionari che moltiplicano i ‘minori’, si spendono milioni di euro per mantenere i figli degli altri: osceno.

Il calcolo è quello noto: per ogni minore straniero non accompagnato ospitato si riconoscono, dopo il decreto Salvini, 45 euro iva inclusa che rappresentano la retta per garanzia di vitto, alloggi, vestiario e servizi. Prima del decreto erano almeno 75 euro. Voi capite perché diventano tutti ‘minorenni’.

Andando alla distribuzione degli importi, circa 2 milioni di euro sono stati impegnati per la società “Casa Amica”, 771mila euro per “Vita Nuova 3000”, oltre 246mila euro ciascuno andranno invece a “La Casa del Sole”, “Grotte Solidale”, “Isola che non c’è” .




Lascia un commento