Napoli, la bimba sopravvissuta: “Ci ha massacrati con la scopa” – VIDEO

Condividi!

Il tunisino, irritato per le attenzioni che la mamma rivolgeva ai suoi figli italiani, avuti dal precedente ‘compagno’, da lui ritenute troppe rispetto a quelle rivolte alla più piccola di 4 anni, figlia sua, ha impugnato una scopa e iniziato a massacrare i bambini italiani: uno di 6 anni e la sorellina di 8, nella casa in cui abitavano tutti e cinque a Cardito (Napoli).

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo ha raccontato la piccola sopravvissuta, portata in codice rosso all’ospedale Santobono di Napoli. La bestia, un 24enne nato in Italia da genitori tunisini, è stato ascoltato dagli agenti insieme alla compagna, una napoletana di 30 anni.

Il ‘nuovo italiano’ si è accanito sui bimbi più volte mentre la donna non era in casa. Una furia, tanto da uccidere il maschietto e mandare all’ospedale, col volto distrutto, la sorellina più grande.

La bimba è ora ricoverata in Neurochirurgia, ma fortunatamente non è in pericolo di vita. Anche se ha riportato un trauma cranico-facciale tale che alcuni medici hanno sostenuto di non aver mai visto nulla di simile. “Non sa che il fratellino è morto”, ha spiegato uno dei sanitari.

Come hai potuto lasciare i tuoi figli con uno così, con un tunisino che li ha massacrati?




Vox

Un pensiero su “Napoli, la bimba sopravvissuta: “Ci ha massacrati con la scopa” – VIDEO”

  1. OGNI GIORNO SI LEGGONO FATTI SIMILI, IO CREDO CHE SIA ORA DI DIRE BASTA, BASTA CON QUESTI ANIMALI, BASTA CON QUESTI MAGISTRATI CHE LI PROTEGGONO, E’ ORA CHE NOI ITALIANI CI FACCIAMO SENTIRE CON LE BUON E O CON LE CATTIVE, PER CHE NON è POSSIBILE STATE INERTI DI FRONTE A QUESTE COSE ABERRANTI SENZA DOVER REAGIRE, MA IL L GENITORE DI QUEL BIMBO NON REAGISCE PER CONTO MIO QUEL’ESSERE ABOMINEVOLE NON TROVEREBBE NESSUN RIPARO

Lascia un commento