Modena, africano mette incinta figlia 13enne: sconto di pena

Condividi!

Il giudice Eleonora Pirillo, con rito abbreviato, quindi con sconto di pena di 1/3, ha condannato l’africano a soli sei anni e mezzo. Eppure si parla di un padre ghanese che ha ripetutamente stuprato la figlia tredicenne: fino a metterla incinta.

VERIFICA LA NOTIZIA

La ragazzina, nel 2015 si recò in consultorio accompagnata proprio dallo stesso padre, all’epoca pastore della comunità di credenti ghanesi, per abortire. Della improvvisa e inattesa gravidanza fu da subito accusato il fratello, minorenne come lei.

Poi, il Pm Katia Marino decise di richiedere un raffronto tra il Dna del feto (subito dopo fu effettuato l’aborto) e quello del fratello della 13enne. Poco dopo la stessa procedura fu effettuata anche sul padre.

Gli esiti della consulenza tecnica non lasciano dubbi. La colpa ricadde sul padre, contro il quale fu aperto un fascicolo per violenza sessuale aggravata, oltre che per abuso di mezzi di correzione, dato che la piccola fu più e più volte pestata dal genitore anche con un bastone.




Lascia un commento