Spacciatore clandestino picchia controllore: giudice lo libera

Condividi!

Tornato in libertà nonostante sia clandestino, il nigeriano fermato giovedì 17 gennaio a Piacenza, per avere violentemente aggredito un controllore che lo aveva trovato senza biglietto su un bus cittadino.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’africano aveva iniziato a sbraitare e a minacciare il controllore, che aveva poi richiesto l’intervento delle forze dell’ordine.

Inutile la richiesta di esibire i documenti da parte degli agenti, il nigeriano ne era sprovvisto. Tanto il Pd garantiva totale impunità ai clandestini.

Una volta negli uffici della questura di Piacenza, sono emersi i precedenti: noto per reati connessi allo spaccio di droga. E la droga l’aveva addosso anche in questa occasione, oltre a 25 euro in banconote da 5 false.

Su di lui, anche un provvedimento di espulsione datato novembre 2018, ovviamente ignorato.

Nulla di che per il giudice Fiammetta Modica che ha riconosciuto solo la “modica quantità”. Così ecco il patteggiamento a 9 mesi e la sospensione dell pena. Col pagamento di un’ammenda di 200 euro, sicuramente il provento dello spaccio, lo spacciatore nigeriano clandestino è tornato così in libertà.

La prossima volta, legategli mani e piedi.




2 pensieri su “Spacciatore clandestino picchia controllore: giudice lo libera”

  1. Essendo Reggio Emilia terra di comunisti del cazzo probabilmente il controllore ha votato pd quindi gli sta bene, il Negro ha fatto il suo dovere, se non volevano sta merda in giro avrebbero votato tutt’altro che sinistra.
    Maledetti mentecatti

Lascia un commento