Cento clandestini sul barcone in ‘avaria’ riportati in Libia

Condividi!

TUTTO E’ BENE, QUEL CHE FINISCE BENE

Sventata un’altra provocazione delle Ong. La consegna pattuita con i trafficanti telefonici di Alarm Phone, che per tutta la giornata vaneggiavano di “migranti congelati”, non è andata a buon fine:

Un mercantile inviato dalla Guardia costiera libica ha infatti raggiunto il barcone in presunta avaria che era ad appena 60 chilometri da Misurata, e i cento clandestini, che hanno pagato per essere portati in Italia, saranno invece portati a Misurata. Ad annunciarlo Palazzo Chigi in una nota.

“Aiutateci, presto non riuscirò più a parlare perché sto congelando”. Era questo il contenuto dell’ultima telefonata spacciata come tale da quelli di Alarm Phone dal barcone.




Lascia un commento