Africano a Chi Vuol Esser Milionario, Gerry Scotti fa il terzomondista

Condividi!

La propaganda deve instillare nei cervelli che esser invasi è bello. Che ‘cedere’ le proprie donne allo straniero è giusto, anzi, è ‘eccitante’.

Spett.le redazione di Vox,

vi mando questi due link:

https://www.mediasetplay.mediaset.it/video/chivuolesseremilionario/sesta-puntata_F309467801000601

Chi vuol essere milionario? | Puntata 18 gennaio 2019 | Diretta

Si riferiscono alla puntata del quiz Chi Vuol Esser Milionario? andata in onda ieri sera, che ha visto la partecipazione per la prima volta di un africano. Proveniente dal Camerun, vive in Italia da 12 anni ed è sposato con una biologa milanese, da cui ha un figlio di 2 anni, e pensate un po’ fa uno di quei mestieri che gli italiani non vogliono più fare: L’IMPIEGATO DI BANCA. Incredibilmente è riuscito a portare a casa 20.000 euro, e va detto che aveva utilizzato gli aiuti già alla soglia dei 7.000 euro. Nel corso della trasmissione il conduttore Gerry Scotti faceva il terzomondista elogiando l’Africa e le sue presunte potenzialità, e si è messo pure a dire che noi occidentali abbiamo depredato quel continente togliendogli le materie prime. Forse al signor Gerry sfugge il fatto che nel XIX secolo, quando gli Europei giunsero in Africa e vi stabilirono il proprio dominio, le popolazioni indigene erano allo stato primitivo e che dunque delle materie prime del loro continente non se ne facevano nulla, a differenza nostra che eravamo evoluti e che avevamo bisogno delle loro materie prime per le nostre industrie.

Questo dimostra che se guardi RAI, Mediaset, La7, ecc., non cambia nulla, l’immigrazionismo e il terzomondismo vengono propagandati a reti unificate.

Non fa una piega.




3 pensieri su “Africano a Chi Vuol Esser Milionario, Gerry Scotti fa il terzomondista”

  1. Nei secoli passati ogni Stato potente conquistava gli altri . Noi italiani che fummo conquistati e conquistatori, mai ci siamo lamentati con chi ci ha depredato, invece questi, a maggioranza musulmana, dimenticano l’egida islamica dal sesto secolo, che, per oltre dieci secoli, distrusse i popoli mediterranei, gridando vendetta. Ma, non potendo a distruggerci con le armi, ci invadono “coi ventri delle loro donne”, sfruttando le nostre leggi xenofile.

Lascia un commento