Accoglienza, giunta leghista chiude 39 appartamenti

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Secondo le disposizioni della nuova giunta leghista saranno 39 gli appartamenti residenziali riservati dal PD ai richiedenti asilo che verranno chiusi in provincia di Trento.

Nei prossimi giorni chiuderà i battenti anche il centro di accoglienza di Marco di Rovereto.

Il PD si dichiara preoccupato per la fine della diffusione capillare dei cosiddetti profughi.

Il punto che preoccupa maggiormente il Comune di Trento (PD) è la disposizione dettata dal decreto di Sicurezza di non concedere più la residenza ai nuovi richiedenti asilo; a tal proposito la prossima settimana si confronterà la giunta comunale.

Sono 35 i nuovi richiedenti asilo che, arrivati in regione dopo l’entrata in vigore della legge, non ne avranno più diritto: a questi rimarrà dunque preclusa la possibilità, non essendo residenti, di poter accedere ad alcuni servizi sociali o alle graduatorie per gli alloggi Itea, così come per i loro bimbi non sarà possibile frequentare gli asili nido.

I nuovi arrivati potranno invece usufruire dei servizi garantiti ai domiciliati in provincia: la frequenza delle scuole dell’obbligo e dell’assistenza sanitaria di base. Ed è già troppo.




Lascia un commento