Offese a poliziotto morto, Salvini ordina caccia all’uomo

Condividi!

Se moralmente siamo ovviamente d’accordo con Salvini, non possiamo esserlo in punta di principio.

Il soggetto è squallido e il suo comportamento disgustoso, ma esprimere gioia per la morte di qualcuno non può e non deve essere reato. L’opinione, anche la più orrenda e demenziale, è sacra.

Altrimenti si entra in un campo estremamente pericoloso per la libertà di espressione. Che è fondamentale.

Sugli insulti, invece, è giusto che paghi, e salato. E magari si indaghi se ha altre pendenze.




Un pensiero su “Offese a poliziotto morto, Salvini ordina caccia all’uomo”

Lascia un commento