Manconi, l’infiltrato di Soros nel governo italiano

Condividi!

Unar, l’Ufficio Nazionale anti-discriminazioni imposto all’Italia dalla UE è una sorta di governo nel governo.

Formalmente l’ente dipende dalla presidenza del Consiglio dei Ministri ma nonostante i ripetuti scandali finanziari ed etici, non viene sciolta. E il suo presidente è stato nominato dal governo precedente, nella persona di Luigi Manconi.

La presidenza di uno come Manconi per un ente pubblico sarebbe surreale se non fosse palesemente una vergogna: il personaggio è già a capo di una ‘onlus’ finanziata da Soros attraverso una delle sue tante creature. La onlus – “A buon diritto” – si occupa di vigilare sui privilegi degli immigrati.

Dimostrando urbi et orbi la sua partigianeria, Luigi Manconi (ex parlamentare Pd e nominato da Gentiloni a febbraio del 2018 a capo dell’Unar) ha partecipato ad una conferenza stampa dal titolo “Sea-Watch, Open Arms e la politica europea nel Mediterraneo” organizzata alla sala della Stampa estera di Roma.

“In queste sette mesi, da che si è insediato il nuovo governo che ha dichiarato la chiusura dei porti, il flusso di migranti e profughi nel nostro Paese è continuato: la stima è di 45-50 persone che sbarcano ogni giorno sulle nostre coste”, ha detto Manconi che – bisogna dirlo – è andato alla conferenza in qualità di presidente di ‘A Buon Diritto’. I migranti, ha aggiunto Manconi, “arrivano con barchini non facilmente intercettabili e barche a vela che raggiungono Sicilia, Sardegna, Calabria e Puglia. Tutto ciò è l’ennesima conferma del fatto che il flusso migratorio, proprio per le sue ragioni terribilmente profonde, non è un fenomeno agevolmente controllabile, tantomeno con motovedette e chiusure dei porti”.

Lui va rimosso. Ma, ancora di più, è Unar che va eliminata, un ente razzista contro gli italiani che mette all’indice i patrioti.

Ps. E’ Manconi che si è inventato la bufala che segue:

Aquarius, la bufala del dissequestro diffusa dai buonisti

E il Corriere l’ha ripresa pari pari. E chi è il vicedirettore del Corriere? Fubini, altro dipendente di Soros. Tutto torna.




Un pensiero su “Manconi, l’infiltrato di Soros nel governo italiano”

  1. Ah, Luigi Manconi, anche noto come Simone Dessì. Ex di Lotta Continua. Quello che prima dellUNAR era presidente di “A Buon Diritto”, sponsorizzata direttamente dalla Open Society Foundation.

Lascia un commento