Attacco islamico in Kenya, tra vittime anche sopravvissuto dellʼ11 settembre

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il cittadino Usa ucciso nell’assalto islamico all’albergo in Kenya, era sopravvissuto agli attacchi islamici dell’11 settembre 2001 alle Torri Gemelle di New York. Si tratta di Jason Spindler, 41 anni, co-fondatore di una società specializzata in progetti di economia sostenibile per Paesi in via di sviluppo. A confermare l’identità dell’uomo sono stati la madre Sarah e il fratello Jonathan.

“Era un combattente. Sono sicuro che gli ha fatto vedere l’inferno”, ha scritto il fratello. Spindler al momento dell’attentato, era seduto in un caffè.

Jason Spindler, laureato in diritto alla New York University, ha lavorato per la società di investimenti Salomon Smith Barney, con sede nel World Trade Center raso al suolo dagli attentati jihadisti dell’11 settembre. In Kenya si trovava per conto di una società di investimenti che aveva co-fondato a San Francisco e impegnata nel Paese africano in un progetto di elettrificazione. La madre ha spiegato che il figlio “voleva contribuire a cambiamenti positivi nel Terzo Mondo, nei mercati emergenti”.




Lascia un commento