Senzatetto morti a Roma, perché Bergoglio non apre il Vaticano?

Condividi!

VOI NON SIETE STUDI DI CHI PREDICA MA NON RAZZOLA? NOI SI

Avete mai letto un giornale chiedere al Papa di aprire il Vaticano per ospitare i senzatetto che lui predica gli altri accolgano?

Ennesimo senzatetto morto a Roma per il freddo. Il corpo di un senza fissa dimora è stato trovato oggi nel Parco della Resistenza.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lunedì mattina un altro senzatetto è stato trovato morto in un’area verde alle spalle di una edicola nella Capitale. Anche in quel caso si ipotizza un decesso per cause naturali legato al freddo. E nei giorni precedenti un uomo era morto carbonizzato a causa del un braciere utilizzato per scaldarsi nel suo rifugio di fortuna sul Tevere e un altro era stato trovato privo di vita sempre sugli argini del fiume.

Questo solo a Roma, dove la Caritas si pappa tutte le monetine. Per aiutare i poveri, dicono. Ma i poveri muoiono di freddo, mentre i vescovi parlano e mangiano. Troppo, in entrambi i casi.

“E’ un ‘umiliazione, è inaccettabile a partire da me che ci possano essere a Roma ancora situazioni simili”, afferma il direttore della Caritas di Roma, don Benoni Ambarus. Che evidentemente, in questi anni, ha fatto cattivo uso delle monetine. E dell’8 per mille.

Un Paese dove muoiono di freddo senzatetto, non può permettersi di accogliere. Deve rimandare a casa quelli stranieri, e dare casa a quelli italiani.

Ma visto che siamo a Roma, perché, invece di parlare a vuoto, caro Ambarus, il tuo superiore non apre le porte del Vaticano?

Fate negli immensi giardini vaticani uno di quei begli accampamenti che proponete per le città italiane. Fate una bella “struttura permanente” affidandola a quelli del Baobab. O va bene solo fuori dalle vostre sacre mura?




Un pensiero su “Senzatetto morti a Roma, perché Bergoglio non apre il Vaticano?”

Lascia un commento