“Sfamate i neri invece dei nostri poveri”, italiano aggredisce volontario Caritas

Condividi!

“Date da mangiare ai neri e non agli andriesi”. Queste le disperate parole di un cittadino di Andria, in Puglia, città con una disoccupazione record e tanti, troppi poveri.

VERIFICA LA NOTIZIA

Le ha dette prima di aggredire un “volontario” della casa di accoglienza “S.Maria Goretti” della diocesi e un ospite.

Ancora disperazione, quindi. Con italiani che non hanno da mangiare e vedono che chi arriva, clandestino, col barcone, viene invece sfamato e mantenuto. Per anni.

L’uomo ha inseguito i due fin sotto casa del volontario. A quel punto, furioso per quella che lui vede come una terribile ingiustizia, ha preso a calci e pugni il portone dell’abitazione con l’intento di sfondarlo.

Il collaboratore del centro di accoglienza ha, così, chiamato le forze dell’ordine che sono intervenute sul posto bloccando l’uomo.

Pare che l’uomo fosse assistito, in passato, dai volontari della casa di accoglienza “S. Maria Goretti”: poi sono arrivati gli africani. Che rendono molto di più.

Don Geremia Acri, direttore della struttura di accoglienza, rettore della chiesa di Santa Lucia e direttore dell’ufficio Migrantes della stessa diocesi definisce l’accaduto, in un’intervista, “un episodio spiacevole che non macchia di razzismo la città”.

State portando la gente all’esasperazione. Salvini è l’ultima speranza che avete prima della ghigliottina. Pregate che abbia successo. La gente è furibonda.




Lascia un commento