Battisti, Salvini promette: “Morirà in carcere”

Condividi!

Matteo Salvini, dopo l’arresto di Cesare Battisti in Bolivia, ha incontrato Alberto Torregiani, figlio di Pierluigi, il gioielliere ucciso proprio dai Pca nel 1979.

Ora in diretta dalla mia Milano, alla Scuola di formazione politica della Lega. State con me!

Posted by Matteo Salvini on Sunday, January 13, 2019

“Battisti è un assassino, non un ideologo o un filosofo. E dovrà marcire in galere fino all’ultimo dei suoi giorni. Già si è aperto il dibattito sul fatto che l’ergastolo è inumano, che bisogna vedere la buona condotta. Questo assassino non deve uscire di galera perchè quando toglieva la vita agli innocenti non si è posto il fatto che l’ergastolo fosse umano e disumano”.

“Conto che entro domani gli splendidi uomini e donne dei servizi di sicurezza ci portino in Italia colui che per qualcuno era un eroe ma per me è un volgare assassino”.

“Farò di tutto perchè questo delinquente possa essere in Italia domani. Chiederemo conto a registi filosofi che hanno firmato appelli per questo assassino comunista. Sono orgoglioso di essere nemico di certa gentaglia perchè l’Italia sono i poliziotti che prendono gli assassini non quelli che li difendono”.

Ps. Un piccolo appunto a Salvini: basta il boldrinismo lessicale del dovere aggiungere ‘donne’ ad ogni dichiarazione.




Lascia un commento