Capitano Ultimo celebra la cattura di Riina, cittadini invitati

Condividi!

Domani il colonnello Sergio De Caprio, il Capitano Ultimo che arrestò Totò Riina, ricorderà la cattura del boss di Cosa nostra avvenuta il 15 gennaio del 1993: insieme a lui i carabinieri della Crimor, la sua vecchia squadra.

Invitati anche tutti i cittadini che vogliono partecipare. L’appuntamento è per le 12.30 alla casa famiglia fondata da Ultimo, a Roma, nel quartiere Prenestino.

Ricordiamo che solo recentemente è stato ordinato il ripristino della scorta a questo eroe italiano. Mentre al cazzaro la paghiamo, la più costosa d’Italia, da anni.

“Un evento semplice, alla periferia della Capitale, ai margini di quella società e di quella umanità in cui quei carabinieri hanno vissuto e combattuto per amore del popolo”, dice il colonnello, ricordando “con nostalgia” quei momenti cruciali per la lotta alla mafia. “E’ stato un momento importante – prosegue – perché ha segnato la fine del mito di Riina edßè importante ricordarlo per mantenere alta la guardia e il monitoraggio di sicurezza a tutela di tutti i cittadini: perché la lotta non finisce mai e perché Cosa nostra ha sempre al proprio interno la possibilità di riproporsi e riprodursi”.




Lascia un commento