Rolling Stone chiude: non stava con Salvini, non starà più nemmeno in edicola

Condividi!

Non ci sarà più un’edizione cartacea di Rolling Stone Italia. Quindi dovrete tornare a comprare la carta igienica.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’indiscrezione parla della cessazione della versione italiana e cartacea del mensile dedicato alla musica, guidato da Giovanni Robertini.

Dovrebbe invece continuare a esistere, per ora, ma è in dubbio anche questo, la versione online, il cui direttore è Alessandro Gilberti. Il giornale era nato in Italia nel 2003, come prima edizione internazionale di Rolling Stone pubblicata da Rs Italia, passando poi a Quadratum e, dal 2014, a Luciano Bernardini De Pace, che ne è tutt’oggi editore.




Lascia un commento