Immigrato irrompe, pugni e morsi: ragazza si barrica in bagno

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Brutale. Idrissa Moamed, un 30enne della Nuova Guinea senza fissa dimora, a volto scoperto ha fatto irruzione in una pizzeria di San Giuseppe Vesuviano.

L’africano ha minacciato il titolare, un 26enne, per costringerlo a farsi consegnare denaro.

Al rifiuto, lo ha aggredito a pugni e morsi strappandogli una catenina d’oro dal collo. Poi è passato alla fidanzata 24enne del proprietario: la ragazza, per sfuggirgli, si è barricata in bagno.

Il migrante ha tentato di sfondare la porta a calci per raggiungere la donna ma, fortunatamente, nel frattempo era scattato l’allarme e sono arrivati i carabinieri.

Anche sono stati aggrediti a calci e pugni, uno dei militari è rimasto ferito.

Come il padrone del locale, che ha riportato traumi ed escoriazioni multiple.

Armatevi e sparate contro chi vi aggredisce.




2 pensieri su “Immigrato irrompe, pugni e morsi: ragazza si barrica in bagno”

  1. E i giudici vogliono abolire la legge sulla legittima difesa.
    Perché non vanno loro a difendere i cittadini?
    Tutti questi facinorosi,entrati in Italia con il beneplacito dei sinistroidi,devono essere allontanati e riportati nella loro giungla.

Lascia un commento